Telefono: 0124/454611 - Fax 0124/29102 - E-Mail generica: comune@rivarolocanavese.it - PEC: rivarolocanavese@pec.it - Consulta tutti gli indirizzo PEC del Comune

Menù di navigazione

Amministrazione Trasparente

N. 9 - 10 agosto 2020

VIABILITA’

Sosta a pagamento, non si paga fino al 22 agosto

Considerato che nel periodo compreso tra il 10/08/2020 e il 22/08/2020 si prevede una riduzione dei volumi di traffico urbano, tali da rendere superflue le disposizioni che limitano la sosta nel centro urbano, con le quali viene imposto il pagamento di una tariffa oraria, con l’obiettivo di assicurare una maggiore rotazione della fruizione dei parcheggi disponibili, il sindaco ordina la sospensione della sosta a pagamento nelle aree preposte sul territorio comunale,dal 10 al 22 Agosto 2020.

 

 

 

AVVISO

Mercato anticipato a venerdì 14 agosto

Si ricorda che il mercato settimanale di sabato 15 agosto 2020, sarà anticipato a venerdì 14 agosto al fine di garantire il servizio alla cittadinanza. Seppur in una giornata inconsueta, si invita la cittadinanza a vivere con partecipazione il giorno di mercato, poiché il commercio ambulante rappresenta un’espressione tangibile delle più ataviche attività imprenditoriali, economiche e sociali. La piazza, l’agorà, per dirla con gli antichi greci, può e deve avere un forte valore sociale: è il luogo della democrazia, dell’incontro e del confronto ed in esso l’esperienza d’acquisto tra alimentare ed extra alimentare può essere un momento di arricchimento.  Non dimentichiamo che risalendo “la piazza”, i nostri commercianti ambulanti accompagneranno gli utenti lungo corso Rocco Meaglia fino alle vie centrali dai nostri bar, ristoranti e negozi.

 

LA FESTA

A Ferragosto lo stile bavarese è d’obbligo

Anche quest’anno festeggiamo Ferragosto a Rivarolo con una festa in pieno stile Bavarese!

L’Associazione Sapori dal Mondo è lieta di riorganizzare nella nostra città la Festa bavarese dal 12 al 16 agosto, presso la piazza Falcone e Borsellino. Proprio in un anno come questo, in cui viaggiare e spostarsi sembra essere più difficile, è stimolante accogliere un evento che porti da noi prodotti tipici, una buona birra, costumi tradizionali e allestimenti che rimandano con forza al tipico Oktoberfest di Monaco di Baviera. Non solo cibo, però, per il nostro ferragosto, ma tanta buona musica: band disco, musica anni ’90, cover band di Ligabue ed un’internazionale cover band di Bon Jovi! La manifestazione si svolgerà nel massimo rispetto delle normative igienico-sanitarie anti-covid: festeggiare si può, nel rispetto di semplici regole volte a tutelare la sicurezza di tutti.

 

AMBIENTE

Raccolta rifuti, si cambia

Si è svolta martedi scorso, presso la sala Montenero a Rivarolo, una riunione tra i sindaci del territorio del bacino rifiuti (ex Asa), presieduto dal presidente dell'assemblea dei sindaci Piero Rolando Perino, sindaco di Prascorsano, per esaminare la bozza del capitolato di gara dei rifiuti per i Comuni del comprensorio dell'alto e basso Canavese occidentale che dovrà andare a gara prossimamente. Su richiesta del sindaco di Rivarolo e di altri amministratori, il presidente dell'assemblea ha concordato di organizzare un incontro/confronto, quanto prima, tra i sindaci e gli amministratori del territorio, il Cda del Consorzio Canavesano Ambiente e i responsabili della Società "ARS Ambiente", deputata a redigere il bando di gara, per chiarire i punti poco chiari della bozza del bando e per scegliere le modalità di raccolta rifiuti più adeguate al disomogeneo territorio canavesano. 

 

CULTURA

La biblioteca non si ferma

La Biblioteca comunale “Domenico Besso Marcheis” rimane vicina ai propri utenti rinunciando alla consueta chiusura estiva nel mese di agosto. Infatti i servizi, del prestito su prenotazione e di restituzione dei libri, si fermeranno esclusivamente dall’11 al 14 agosto 2020.

In questo tempo speciale, anche durante la chiusura dovuta alla pandemia, siamo stati sempre presenti riformulando il nostro concetto di utilità sociale e culturale: sfruttando l’opportunità di sviluppare nuove modalità di comunicazione con gli utenti, utilizzando contenuti digitali e analogici per rendere fruibile il patrimonio librario della Biblioteca.

Abbiamo potenziato programmi informativi e digitali in varie forme, ma sempre in remoto e in forma social: tutorial, apposito canale youtube per le manifestazioni (25 aprile/ 2giugno ecc) videoletture (in collaborazione con il Circolo dei Lettori e i ragazzi dell’alternanza scuola lavoro), assistenza telefonica e via mail per il prestito online; valorizzazione e fruizione delle collezioni dell’archivio storico comunale.

L’attenzione che abbiamo posto nel seguire il nuovo pubblico digitale, si è accompagnata a quella verso il pubblico che abbiamo perso in questi mesi: verso i nuovi esclusi come conseguenza della digitalizzazione stessa.

I fidelizzati non digitali sono stati recuperati con l’apertura, condizionata alle sole porte, della Biblioteca avvenuta il 25 maggio: abbiamo reso disponibile una linea telefonica – utilizzabile anche per messaggi whatsapp – in modo da sostenere e consigliare gli utenti nella scelta dei libri e i ragazzi nelle ricerche scolastiche; per affrettare le prenotazioni dei prestiti fuori dagli orari prestabiliti di apertura. Abbiamo iniziato percorsi di “letture di strada” con il Circolo dei Lettori dedicati alla lettura ad alta voce e confermato la Rassegna Letteraria malgrado i problemi di sicurezza legati al Covid. Comunque abbiamo facilitato l’accesso ai servizi, a prescindere dall’accesso in biblioteca, continuando a rendere facili le iscrizioni alla biblioteca in modo digitale da remoto, oltre al tradizionale servizio di prestito via mail.
Il riscontro, fino ad oggi, è stato più che positivo tenendo conto anche del periodo di confinamento: c.a. 2000 contatti in quasi 6 mesi di cui 293 nuovi utenti, provenienti anche da altri paesi. Questi risultati danno un senso a quello che facciamo; ci confermano la consapevolezza che il posizionamento della biblioteca nel tessuto socio/culturale del territorio dipende da ciò che siamo e da come riusciamo a coinvolgere i cittadini, rimodulando il nostro essere punto di riferimento ogni qualvolta ne nasca l’esigenza. (m.spa)

 

Le voci di Sabrina Marsili

Venerdì 21 agosto, alle 21,15, a coronamento di un lungo calendario di attività culturali estive, si svolgerà, nel cortile del castello Malgrà, lo spettacolo "Voci del mondo", di Sabrina Marsili in collaborazione con Silvia Conte.

Lo spettacolo si svolge in un luogo immaginario, dove due creature agiscono con i loro zaini contenenti voci, storie e cose per stupire e stupirsi. Ci si immerge nel racconto di un viaggio dove musica, parole e oggetti magicamente appaiono e prende vita un mondo che arricchisce la fantasia degli spettatori, dando anche spazio al divertimento. È la metafora di un percorso che contiene sì ostacoli ma dove tutto si risolve e si accende di luci. Voci del mondo, pur avendo un respiro internazionale - come suggerisce il titolo stesso- è anche una bella storia di collaborazione tra alcuni comuni del Canavese ( Fiorano, Favria, Rivarolo e Vidracco), che hanno sostenuto il progetto ospitando, per esempio, alcune prove dello stesso nei locali a loro disposizione.

 

ANAGRAFE E TOPONOMASTICA

Di che via (piazza o vicolo) sei?

Scoprire (o riscoprire) la toponomastica di Rivarolo grazie all’ufficio anagrafe della città. A chi si presenta all’ufficio anagrafe – al piano terreno del Palazzo comunale in via Ivrea 60 - per chiedere un certificato di residenza o uno stato di famiglia o qualsiasi altro documento indicante il proprio indirizzo, viene consegnata una scheda con tutte le notizie relative a chi è intitolata la via, la piazza o il vicolo dove risiede, o provenendo da un altro Comune, dove andrà ad abitare. L’idea è del consigliere comunale con delega alla  Memoria, Guido Novaria, che si avvale della collaborazione del  professor Riccardo Poletto,  autore del volumetto “Rivarolo fra vie, piazze e vicoli”. Determinante la collaborazione degli addetti all’ufficio anagrafe, a cominciare dal responsabile,Roberto Tocci.

Un modo per far conoscere la toponomastica  cittadina attraverso i certificati d’anagrafe. “Mi è capitato spesso di chiedere a giovani e meno giovani rivarolesi se sapessero  a chi fosse intitolata la via dove risiedono – dice Guido Novaria -- mi son arrivate le risposte più strane..Ad esempio per via Mariano, intitolata all’ammiraglio che partecipò alla sfortunata impresa al Polo del dirigibile Italia di Umberto Nobile,  mi venne detto che era dedicata ad un fedele della Madonna…”.