Telefono: 0124/454611 - Fax 0124/29102 - E-Mail generica: comune@rivarolocanavese.it - PEC: rivarolocanavese@pec.it - Consulta tutti gli indirizzo PEC del Comune

UFFICI DEL COMUNE DI RIVAROLO CANAVESE

Addizionale Comunale IRPEF
Titolare: rag. Domenico Farina
frontofficetributi@rivarolocanavese.it
PEC: rivarolo_tributi@pec.it
fax: 0124 454661
 
addetti:

Emanuela Adorno
emanuela.adorno@rivarolocanavese.it
numero diretto: 0124 454658
 
Donatella Nabot
donatella.nabot@rivarolocanavese.it
numero diretto: 0124 454618

Savina Barrel
frontofficetributi@rivarolocanavese.it
numero diretto: 0124 454662
 
 
centralino: 0124 454611
 
orario di apertura al pubblico: 
lunedì - 9.00-12.30
martedì - 9.00-12.30
mercoledì  - 9.00-12.30, 14.30-17.30
giovedì - chiuso
venerdì - 9.00-12.30

ubicazione ufficio: Palazzo comunale, ingresso da via Ivrea n. 64, 1° piano, ascensore tasto 2 
Procedure:
Addizionale Comuanle IRPEF

ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF
 
L’addizionale comunale per l’IRPEF: aliquota in vigore, aliquote degli anni precedenti, esenzioni e modalità di pagamento. Disponibili anche i riferimenti legislativi, documentazione utile e i contatti degli uffici tributi.
 

 
Responsabile del procedimento: rag. Domenico Farina (capo ripartizione)
 
Termine conclusione dei procedimenti a carico dell'Ufficio Tributi: 30 gg

 
CHI DEVE VERSARE L’ADDIZIONALE
L'addizionale è dovuta al comune nel quale il contribuente ha il domicilio fiscale al 1° gennaio dell'anno cui si riferisce l'addizionale stessa.
 
REGOLAMENTO
Il Regolamento per l’istituzione dell'addizionale all'imposta sul reddito delle persone fisiche  è stato approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del 29/01/2007.
 
ALIQUOTA 2011
L’aliquota applicata dal Comune di Rivarolo Canadese per l’anno 2011 è 0,5%, come stabilito dalla Deliberazione del Consiglio Comunale n° 8 del 28/02/2011.
 
SOGLIA DI ESENZIONE
Il Regolamento non prevede  alcuna soglia di esenzione .
 
ALIQUOTE ANNI PRECEDENTI
 
ANNO                                   ALIQUOTA
2010                           0,5%
2009                           0,5%
2008                           0,5%
2007                           0,5%
2006                           0,5%
2005                           0,5%
2004                           0,5%
2003                           0,5%
2002                           0,5%
2001                           0,4%
2000                           0,2%
1999                           0,2%
 
 
ALIQUOTE E SOGLIE DI ESENZIONE ALTRI COMUNI
Per le aliquote e le soglie di esenzione degli altri comuni occorre fare riferimento al sito internet del Ministero dell’Economia e delle Finanze:

  • Aliquote e soglie di esenzione altri Comuni (dal sito del Ministero Economia e Finanze)
 
MODALITÀ DI PAGAMENTO
I versamenti sono effettuati tramite modello F24.
Gli Enti Pubblici di cui alle tabelle A e B allegate alla Legge 720/1984 ed al Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate prot. 2009/45749 del 23 marzo 2009, dovranno fare riferimento alla Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 367/E del 12 dicembre 2007.
 
CODICE ENTE E CODICI TRIBUTO
A partire dal 1° gennaio 2008 i versamenti dell’addizionale comunale sono effettuati associando il codice catastale del comune di riferimento.
Per il Comune di Rivarolo Canavese: H340.
Per i codici catastali degli altri comuni e per i codici tributo da indicare sul modello F24 occorre fare riferimento alle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate:
  • Agenzia delle Entrate – Elenco Codici Catastali altri Comuni
  • Agenzia delle Entrate – Codici Tributo versamento addizionale comunale IRPEF con esempi di compilazione F24
 
ACCONTO
L’acconto è pari al 30% dell’addizionale ottenuta applicando l’aliquota dello 0,5% al reddito imponibile dell’anno precedente. Per ulteriori dettagli su versamento, rateazioni e sanzioni per omesso e ritardato versamento si rinvia alle relative istruzioni ministeriali. È indirizzato al Comune di domicilio fiscale alla data del 1° gennaio dell’anno cui si riferisce.
Sostituti d'imposta per redditi di lavoro dipendente ed assimilati
I sostituti d’imposta trattengono l’acconto in un numero massimo di 9 rate mensili da marzo a novembre, da versarsi entro i termini previsti dal versamento unificato tramite mod. F24.
Per gli Enti pubblici e le Amministrazioni Centrali e Periferiche dello Stato si applicano le disposizioni previste dal D.M. 5 ottobre 2007.

 
SALDO
È determinato applicando al reddito imponibile definitivo dell'anno l’aliquota  deliberata e sottraendo i versamenti effettuati a titolo di acconto; anche il saldo è indirizzato al Comune di domicilio fiscale alla data del 1° gennaio dell'anno cui si riferisce.
Per ulteriori dettagli su versamento, rateazioni e sanzioni per omesso e ritardato versamento si rinvia alle relative istruzioni ministeriali.

Sostituti d'imposta per redditi di lavoro dipendente ed assimilati
Il saldo viene trattenuto a partire dal mese successivo a quello in cui sono state effettuate le operazioni di conguaglio, in un numero massimo di 11 rate ma non oltre novembre, da versarsi entro i termini previsti dal versamento unificato tramite mod. F24.
Per gli Enti pubblici e le Amministrazioni Centrali e Periferiche dello Stato si applicano le disposizioni previste dal D.M. 5 ottobre 2007.
 
RIFERIMENTI LEGISLATIVI E DOCUMENTAZIONE
  • D.Lgs. 28/09/1998 n. 360
  • Circolare dell’Agenzia Entrate n. 15/E del 16/03/2007
  • Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 23/E del 20/04/2007
  • Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 368 del 12/12/2007.
 
CONTATTI
frontofficetributi@rivarolocanavese.it
 
 
 

Modulistica:

TESTO RICERCATO: