Telefono: 0124/454611 - Fax 0124/29102 - E-Mail generica: comune@rivarolocanavese.it - PEC: rivarolocanavese@pec.it - Consulta tutti gli indirizzo PEC del Comune

ASSOCIAZIONI

GEP -Genitori per la Prevenzione del Disagio Giovanile

Indirizzo: Vicolo Castello, 1
Telefono: 0124 27613 3388878802
E-Mail: boggio.g@alice.it

L’Associazione GEP (Genitori per la Prevenzione del disagio giovanile) è costituita da genitori ed ha come finalità principale la prevenzione del disagio giovanile nell’età adolescenziale. E’ un’associazione di volontariato autonoma e apartitica che svolge un’attività “non a fini di lucro” basata sulla partecipazione democratica e sulle prestazioni personali gratuite dei propri aderenti.
L’impegno e le iniziative dell’Associazione GEP sono rivolte sia ai genitori che ai ragazzi.
L’azione di prevenzione è rivolta principalmente alle famiglie con figli in età di scuola Elementare e Media, a cui vengono offerte proposte per meglio utilizzare la loro potenziale ricchezza educativa nell’affrontare la criticità dello sviluppo adolescenziale dei propri figli.
L’associazione GEP promuove, a questo proposito, incontri e corsi di formazione e sensibilizzazione per i genitori sui compiti e le problematiche inerenti il difficile mestiere di genitori.
La nostra attività rivolta ai ragazzi è invece indirizzata prevalentemente al sostegno scolastico di ragazzi che frequentano la Scuola Media ed Elementare.
Consapevoli dell’importanza che l’educazione scolastica ha tra i compiti di sviluppo dell’adolescente e della sua funzione preventiva dell’emarginazione sociale, l’Associazione GEP offre un supporto scolastico inteso come strumento per accompagnare il ragazzo nella sua crescita evolutiva e non esclusivamente finalizzato al risultato scolastico. Esso assume forme diverse nelle Scuole Elementari e Medie e viene svolto dai volontari dell’Associazione GEP coadiuvati da studenti delle Scuole Medie Superiori. Obiettivo dell’Associazione GEP è anche quello di contribuire alla promozione del volontariato, specialmente tra i giovani studenti delle scuole medie superiori, ai quali offre l’opportunità di effettuare “stage” di volontariato nella scuola, affiancando i propri operatori.
Ci si propone inoltre di essere stimolo, anche nei confronti delle istituzioni pubbliche, alla diffusione di iniziative e comportamenti finalizzati alla prevenzione.

Referente: BOGGIO GIUSEPPE